Trova Online l’Avvocato
che stai cercando

Gratis e Senza Impegno.
Fissa un appuntamento con l'Avvocato

Spese di condominio : consulenza legale


Spese di condominio : consulenza legale

Che cos’è il condominio?

Il condominio è una forma di comunione che mette in contatto più persone, una rete sociale dalla quale possono spesso sorgere insidie e incomprensioni.

Il condominio è una forma di comunione forzosa, perpetua , indivisibile che sorge necessariamente quando ,nell’ ipotesi di più proprietà divise per piani , sussistono delle parti dell’edificio che non possono non essere di proprietà comune. Il condomino, quindi, oltre ad essere il proprietario esclusivo del proprio appartamento è, anche , comproprietario delle parti comuni dell’edificio. Le parti comuni sono disciplinate dall’ordinamento giuridico in un elenco non tassativo.

Quali sono le diverse tipologie di condominio?

Esistono diverse tipologie di condomino. Occorre infatti effettuare una differenza tra condominio minimocondominio verticale ed orizzontale e super condominio.

E’ infatti sufficiente, per parlare di condominio, che sia venduta una sola unità immobiliare dell’edificio. Se ci sono due differenti proprietari esclusivi di diverse porzioni dell’immobile si parla di condominio minimo.

Per quanto concerne l’ipotesi di condominio verticale ed orizzontale, il condominio può svilupparsi in senso verticale ad esempio quando l’edificio condominiale presenta più piani. Il condominio può inoltre svilupparsi in senso orizzontale come ad esempio villette mono o bifamiliari con spazi in comune come ad esempio strade interne o illuminazione.

Nell’ipotesi in cui ci sono più palazzi che costituiscono autonomi condomini ed abbiano beni in comune si discorre di supercondominio, come ad esempio se ci sono quattro edifici che presentano in comune un parco o servizi di fognatura.

Avvocato quali sono le spese di condominio?

L’ordinamento giuridico disciplina differenti tipologie di spese condominiali : le spese ordinarie e le spese straordinarie.

Le spese ordinarie sono quelle concernenti l’attività di gestione e di manutenzione necessarie a garantire la normale e quotidiana fruizione dei beni comuni. Tra le spese ordinarie ci sono ad esempio: la pulizia di scale, pianerottoli, cortili, vetrate e parti comuni dell’edificio, la manutenzione e la revisione dei serramenti, dell’impianto dei citofoni e dell’ascensore, delle caldaie e di eventuali cancelli elettrici, il controllo e la riparazione dell’impianto di illuminazione esterno o interno e la sostituzione di eventuali lampadine bruciate, la riparazione di tubi idraulici e di cavi elettrici, il pagamento dell’assicurazione e delle eventuali imposte che concernono lo stabile, il compenso dell’amministratore e le spese di cancelleria.

Le spese straordinarie sono invece le spese prive di carattere di continuità e periodicità e sono connesse a particolari situazioni contingenti. Tali spese sono di notevole importanza ed il valore economico supera l’ordinario. Ad esempio il rinnovamento della facciata oppure l’installazione di un ascensore non esistente.

Tali spese devono essere votate in assemblea a maggioranza dei condomini. In alcune ipotesi tali spese sono obbligatorie e sono imposte dalla legge. Ad esempio le spese concernenti la stabilità dei muri maestri e le cinte murarie, la sostituzione di travi o il rinnovamento di tetti e solai.

Come si dividono le spese in condominio?

Nell’ipotesi in cui il regolamento condominiale non stabilisca un criterio differente, le spese di condominio si dividono alla stregua del valore di ciascuna proprietà privata. Le spese concernenti la manutenzione, la conservazione e la ristrutturazione dei beni comuni si dividono quindi alla stregua dei millesimi di cui ciascuno è titolare. Se quindi in un condominio un soggetto è proprietario di due case, dovrà pagare in più rispetto ai condomini che sono proprietari di una sola casa.

L’ordinamento giuridico afferma inoltre il principio alla stregua del quale se le cose comuni sono destinate a servire i condomini in modo differente, le spese dovranno essere ripartite in proporzione all’uso che ciascuno può farne. Ad esempio le spese dell’ascensore dovranno essere maggiori per i soggetti che abitano ai piani alti e non devono essere pagate dai soggetti che abitano al piano terra. Se un edifico ha più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti che servono solo una parte dell’intero fabbricato, le spese concernenti la loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità. Ad esempio in un condominio le spese dell’ascensore sito nella scala A sono pagate solo dai condomini che usano tale scale e non anche dai condomini che usano la scala B.

Cosa fare se il condomino non paga le spese?

Nell’ipotesi in cui il condomino non paga le spese, occorrerà rivolgersi ad un avvocato per comprendere come tutelare le proprie pretese.

L’avvocato che potrà essere facilmente trovato su questa piattaforma potrà indicare come agire. L’avvocato potrà infatti comprendere la sussistenza dei presupposti per la presentazione di un ricorso. Prima di agire in giudizio l’avvocato dovrà però esperire il tentativo di conciliazione.

Quanto costa l’avvocato per le cause condominiali?

Il costo dell’avvocato nelle controversie di condominio non è fisso. Il costo potrà infatti essere più elevato in relazione al lavoro e all’attività svolta: maggiori saranno le difficoltà della controversia, maggiore potrà essere il costo dovuto all’avvocato.

Occorre inoltre tenere conto del ruolo che viene svolto dall’avvocato: infatti se la controversia condominiale viene risolta senza ricorrere al giudice e quindi in via stragiudiziale, mediante un accordo tra le parti, in tale ipotesi il costo dell’avvocato potrà essere inferiore all’ipotesi in cui l’avvocato chiami il giudice ed inizi un processo. Se ad esempio l’avvocato riuscirà a risolvere la controversia con gli altri condomini che vietano il possesso o la detenzione di animali domestici in via amichevole, quindi in via stragiudiziale senza ricorrere al giudice, il costo potrà essere inferiore.

CONTATTA GRATIS L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA

Potrebbe interessarti:

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Project Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWP invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un avvocato per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta all'avvocato